1967. UN UOMO PER TUTTE LE STAGIONI: PAUL SCOFIELD IMPARTISCE LEZIONI DI RECITAZIONE

Immagine

Enrico VIII (Robert Shaw), capriccioso re d’Inghilterra, decide di divorziare dalla consorte Caterina d’Aragona, rea di non avergli dato figli, per sposare Anna Bolena (Vanessa Redgrave). Per tentare di convincere il papa ad annullare il matrimonio si rivolge a Sir Thomas More(Paul Scofield), gentiluomo religioso molto stimato a Roma. Questi però si rifiuta di andare contro un precetto indissolubile della cristianità e, nonostante i favori e le minacce, ostacola il volere di Enrico VIII.

Classico della cinematografia, una delle opere più riuscite del regista Fred Zinnermann, ha come punto di forza la recitazione dei protagonisti, in primis Paul Scofield, attore britannico molto acclamato per i suoi ruoli shakespeariani di cui si ricorda Re Lear (Peter Brook, 1971). Film storico sulla figura di More (italianizzato Tommaso Moro), non può essere apprezzato appieno senza conoscere o aver letto la piéce teatrale di Robert Bolt (da cui la pellicola è tratta) o alcuni pensieri del personaggio inglese. Oltre alla chiara tematica religiosa è forte il tema dell’incorruttibilità e la fermezza d’animo, come specifica anche il titolo che parla di un uomo che mantiene saldi i suoi ideali sempre (per tutte le stagioni). Ottima la fotografia di Ted Moore, soprattutto gli esterni britannici che accompagnano lo scorrere del tempo. Vinse in tutto sei Oscar, e giustamente Paul Scofield ebbe il suo. Da vedere.

 

Matteo Chessa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...