1970. UN UOMO DA MARCIAPIEDE: HOFFMAN E VOIGHT TRA PROSTITUZIONE E OMOSESSUALITA’

midnight20cowboy

Avete presente la battuta “Sto camminando qui! Sto camminando qui!” presente in innumerevoli film quali Forrest Gump, Ritorno al futuro- Parte II o Hercules? E’ sicuramente la frase più memorabile di Un uomo da marciapiede (ennesima storpiatura dell’originale Midnight Cowboy) che viene pronunciata da un personaggio ugualmente indimenticabile, ovvero quell’ Enrico “Sozzo” Rizzo che lancerà definitivamente la carriera del duttile Dustin Hoffman. Alla cerimonia dell’Academy del 1970, il film  trionfò su Butch Cassidy e Hello,Dolly!, ebbe sette nomination e conquistò tre statuette: miglior film, regia (John Schlesinger) e sceneggiatura (Waldo Salt, da un romanzo di James Leo Herlihy). Per Hoffman e Voight invece soltanto una nomination. Un enorme successo invece lo riscosse la splendida canzone “Everybody’s Talkin‘” di Fred Neil, cantata da Henry Nilsson che viene anch’essa citata in innumerevoli pellicole. Forse leggermente sopravvalutato dagli addetti ai lavori, Un uomo da marciapiede resta un film decisamente godibile, nonostante gli eccessi melodrammatici che lo caratterizzano. L’emozionante storia di amicizia tra i due emarginati e la crudezza (per l’epoca) di alcune scene rappresentano sicuramente i pregi principali della pellicola così come il finale, straziante ma commovente. Nota negativa: Ferruccio Amendola che prova a imitare l’accento napoletano è odioso come l’orticaria.

CURIOSITA’: Per il 1969, anno in cui la pellicola fu distribuita, molte scene di sesso e nudità del film risultarono scioccanti, per quanto non vi fossero nudi integrali, e le scene di sesso e stupro (quello di Anne e di Joe) non mostrassero nulla di scandaloso. Di fatto però la MPAA decise di porre un X-rating (l’attuale NC-17) al film, valutazione che alcuni anni dopo sarebbe diventata distintiva dei soli prodotti dell’industria pornografica. “Un uomo da marciapiede” divenne così l’unico film di X-rating a aggiudicarsi un premio Oscar.

Francesco Pierucci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...