PHILIP SEYMOUR HOFFMAN: UN RICORDO

05

 

La morte di Philip Seymour Hoffman scrive un ulteriore nefasto capitolo sugli attori morti prematuramente. Non cercherò di giudicare Hoffman come uomo ma mi limito a omaggiarlo come artista. La prima volta che l’ho visto, scolaretto riccastro e infame, era proprio in uno dei miei film preferiti Scent of a Woman-Profumo di donna. La conferma del suo talento arrivò per me con quel piccolo ruolo ne Il Grande Lebowski che in pochi ricordano ma che è decisamente divertente, esilarante come il suo Allen di Happiness- Felicità, timido ma ossessionato dal sesso. L’esplosione definitiva per la sua carriera avviene grazie al connubio con Paul Thomas Anderson: da Sydney a Boogie Nights passando per lo splendido Magnolia sino a Ubriaco d’amore, i due danno vita  ad opere poetiche e originali. In generale, ciò che più mi piace ricordare di Hoffman è stata la sua straordinaria capacità di esasperare la tragicità di tutti i suoi personaggi, sia comici che drammatici: il Sandy di ….e alla fine arriva Polly non ha niente da invidiare al cinico Truman Capote così come il Conte di I Love Radio Rock merita la medesima considerazione del Lancaster Dodd di The Master, senza tralasciare il tormentato Caden Cotard di Synecdoche, New York. La sua filmografia, sebbene eterogenea (si va dal cinema indipendente ai blockbuster), è indubbiamente costituita da lungometraggi che rimarranno a lungo nella memoria degli spettatori. Personalmente, il mio ultimo ricordo, va al suo Andrew Hanson di Onora il padre e la madre di Lumet: raramente ho visto raggiungere da un attore tale livello di bravura. Peccato.

 

Francesco Pierucci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...