1991. BALLA COI LUPI: QUANDO IL WESTERN TORNO’ DI MODA

balla-coi-lupi

63sima edizione degli Academy Awards: a giocarsi il titolo per il Miglior Film un’epopea colossale come Quei  bravi ragazzi di Martin Scorsese (che avrebbe meritato la vittoria!), un’opera sentimentale come Ghost- Fantasma di Jerry Zucker e un insolito “neowestern” come Balla coi lupi (Dances With Wolves in originale) che conquista la statuetta più importante assieme a quelle per Miglior regia, sceneggiatura non originale, fotografia, montaggio, sonoro e colonna sonora. Diretto e interpretato da Kevin Costner (al suo esordio da regista), come accennato in precedenza, restituì al western l’antico splendore, fungendo da apripista per altri film dello stesso genere (due anni dopo vincerà Gli spietati di Clint Eastwood). La pellicola tratta dall’omonimo romanzo di Michael Blake (autore anche della sceneggiatura) non è certo il primo western dalla parte dei nativi americani (basti pensare  a capolavori quali Sentieri Selvaggi di John Ford o  Piccolo grande uomo di Arthur Penn) ma è forse il primo che premia gli Indiani (Costner infatti è un diretto discendente della tribù Cherokee). Grande successo di pubblico e di critica, Balla coi lupi ha il merito di venire incontro alle esigenze della maggior parte degli spettatori: il mito del West analizzato con un realismo fuori dalla norma viene controbilanciato dalle numerose sequenze spettacolari e drammatiche che stemperano l’apparente pesantezza dell’opera. Le durata delle tre diverse versioni (181, 224 e 235 minuti) appaiono in ogni caso eccessive.

CURIOSITA’ 1:Nella scena dove i coloni vengono massacrati dagli indiani Pawnee, compaiono la moglie e la figlia (che interpreta Christine, futura Alzata Con Pugno) di Kevin Costner.

CURIOSITA’ 2: Per girare la scena del passaggio dei tatanka (bisonti) nella prateria è stato impiegato un branco di 3.500 animali presso il Triple U Buffalo Ranch. Sono stati utilizzati 24 attori indiani a cavallo.

Francesco Pierucci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...