SHONAN JUNAI GUMI: IL TRIONFO DELL’IGNORANZA ALLO STATO PURO!

Immagine

Carissimi disoccupati, sono qui oggi per parlarvi di uno dei manga più ignoranti che siano mai stati partoriti da un mangaka. La leggendaria opera del maestro Toru Fujisawa interamente dedicata al mondo dei Bōsōzoku, i tamarrissimi moto-teppisti nipponici. Spolverini da kamikaze, ultraviolenza, folli corse in moto, tuning indecente, allusioni sessuali, stupri e incidenti mortali, questi sono alcuni degli elementi che caratterizzano quest’opera altamente adrenalinica.

La vicenda si svolge nella regione costiera di Shōnan e segue le gesta di due sedicenni, Eikichi Onizuka e Ryuji Danma, che entrati al liceo sperano finalmente di liberarsi della loro verginità. Animati dal più puro spirito goliardico, interessati a divertirsi ad ogni costo, spacconi ed impulsivi si troveranno coinvolti in una serie di guerre tra licei e scontri tra bande. Scontro dopo scontro, diventeranno famosi come il duo Onibaku di Shonan e la loro fama si estenderà in tutta la regione attirando teppisti di ogni sorta interessati al titolo del “più forte di Shonan” lasciato vagante dal mentore di Onizuka, l’imbattibile Kyousuke Masaki. Facendo amicizia con compagni di liceo e nemici sconfitti gli Onibaku si trasformeranno in una banda sempre più famosa e numerosa rendendo la situazione sempre più instabile. L’escalation di violenza e follia porterà questi ragazzi dal cuore nobile a crescere e maturare comprendendo la stupidità del loro stile di vita.

Esatto amici miei, vi sto proponendo un’opera che parla di problemi adolescenziali e crescita perché Shonan Junai Gumi è proprio questo. Racconta i primi sogni, i primi amori e le prime delusioni, i dubbi e le incertezze della spensierata gioventù, la maturazione e la presa di coscienza, le prime grandi sfide della vita. E se leggendo queste ultime righe vi si sono seccati i testicoli non spaventatevi perché gli insegnamenti e le morali non verranno colti dopo esperienze altamente emotive e sentimentali ma tramite risse che vedono lampadine infilate in bocca e spaccate con un pugno, mattonate in testa, colpi di catena di moto in faccia, coltellate, pistolettate, ossa rotte, incidenti in moto, ragazze violentate e nemici cosparsi di benzina e incendiati. Perciò consiglio a tutti quest’opera memorabile, che ho letto e riletto decine di volte, edita da Dynit in 15 volumi, disponibili in ogni buona fumetteria, un saluto.

 

L’Obeso barbuto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...