DYLAN DOG: SPAZIO PROFONDO – TUTTO A COLORI

Anno 2014. In Italia i fumetti storici e vecchi come il cucco si leggono ancora, ma per stare al passo coi tempi sono stati dati in pasto ad autori giovani ed ambiziosi, il bellissimo bianco e nero è stato sostituito dal colore, e tutte le storie sono ambientate nello spazio.

Siamo nell’apocalittico mondo ‘post-Orfani’!!!

 Dylan-Dog-Spazio-Profondo-Sergio-Bonelli-Editore-Cover-Copertina

Oggi il Disoccupato ritorna a parlare di un vecchio amico, Dylan Dog, nel giorno del suo grande e temuto rilancio con il N.337; annunciato da tempo dall’editore Bonelli, il nuovissimo volume ha in bella vista la scritta “tutto a colori” (solo per oggi, tranquilli) e per rimarcare ancora di più la rinascita il nostro Dylan è ritratto in posizione fetale come ad aspettare che il lettore apra l’albo per farlo uscire a nuova vita nel nostro immaginario…

Giuda Ballerino! L’episodio è curato da Recchioni, forse vi ricorderete di lui per cagate come il citato Orfani, e infatti quello che sembra di avere in mano oggi ricorda proprio quella serie. Malgrado la strana veste grafica, che stona anche un po’ col personaggio, il ruolo di Dylan è invariato: infatti viene ancora chiamato in servizio per cacciare mostri, ma ad accompagnarlo nel viaggio non troviamo il solito cast ma una squadra tutta nuova di cui non vi racconto per non rovinarvi la lettura. L’ambientazione spaziale e claustrofobica ricorda a tratti il gotico paesaggio e la nebbia di Londra; e così come i primi numeri di Dylan riproponevano molti dei topoi cinematografici del horror, in questa storia sembra di stare nella più classica delle quest spaziali (citazioni da Alien a go go) e l’azione non manca. Le donne, tanto amate nella precedente gestione, sono un po’ sotto tono in questo episodio ma sicuramente torneranno visto che ormai sono una componente fissa e indispensabile come la camicia rossa e i jeans. Ritorna per un breve cameo anche Groucho ma in modi che non posso spoilerare.

Pietro Micheli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...