LO HOBBIT – LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE

hobbiy

Aspettavo questo momento da un anno, il film che doveva risollevare quella saga buttata nel cesso dalla Warner… e le mie preghiere nessuno se le è filate!

Anche questa volta vale quanto detto per La Desolazione di Smaug: fotografia sbagliata, troppo CGI, attori inutili (Orlando e Evangeline), parti di film insensate, e la battaglia finale e spettacolare ma non salva -film.

L’ultima parte della trilogia si apre proprio da dove il precedente capitolo si era fermato: Smaug è infuriato e si appresta ad attaccare Pontelagolungo, sfogandosi sugli inermi abitanti; qui sarà però ucciso da Bard l’Arciere, finito precedentemente in prigione senza nessun motivo e basando l’accaduto su nessun libro di Tolkien, evaso apposta per  scoccare una freccia nell’unico punto debole del drago, aperto dall’ antenato del Arciere.

Divertente è lo scontro tra i protettori della Terra di Mezzo (Galadriel, Elrond, dai quelli li ) e “i Nove” che sembra il trailer di un videogioco. Un collegamento forzato alla precedente trilogia che tutto sommato smorza la noia di vedere donne vecchi e bambini scappare al drago.

Venendo alla tanto attesa battaglia ci sono un po’ di cose da dire: l’unica che forse è riuscita al regista è aver spiazzato gli spettatori catapultandoli nell’azione all’improvviso (non si capisce nulla per un bel pezzo ma poi ti trovi nel sangue nanico fino alle ginocchia e realizzi che qualcosa è successo); Gandalf poteva anche starsene a casa tanto non serve a nulla e le morti eccellenti erano chiamate manco fossimo in un film horror, del genere il primo sfigato del gruppo che viene mandato da solo a esplorare una casa infestata è roba da matti. Bravi gli Orchi che finalmente imparano un po’ di strategia militare e ti viene da tifare per loro. Un’altra cosa da notare sono i combattimenti che fanno davvero ridere e non hanno minimamente l’epicità che sperano di trasmettere risultando appunto ridicoli.

E poi ci sono gli Hobbit che ti salvano il finale, te lo salvano sempre.

Pietro Micheli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...