AVENGERS-AGE OF ULTRON: QUANDO IL VERO NEMICO E’ L’ASPETTATIVA

ageofultron

Se Scarlet avesse avuto i poteri del fumetto, questo film non avrebbe avuto senso di esistere…

E’ questo il primo pensiero  che mi è balenato in mente ieri all’uscita dalla sala. Un segnale non molto rassicurante, per usare un eufemismo. Ho provato allora a interrogarmi sul perché di questo pensiero e, dopo essermi scervellato per qualche minuto, sono arrivato a una sola plausibile conclusione: Age of Ultron è uno di quei film che ti scorre sulla pelle, senza mai toccarti veramente. Delusione? Nì, perché la pellicola fa il suo porco dovere (da buon cinecomic) ma l’amara verità è che non migliora assolutamente il primo Avengers (anzi…).

La nuova creazione di Whedon infatti amplifica suo malgrado i difetti accennati della prima pellicola: nessun filo logico nei rapporti causa-effetto (molti personaggi agiscono in modi sconsiderati rispetto alla loro caratterizzazione), un villain che promette bene ma che diventa solo una futile macchietta (l’Ultron di James Spider), un eccessivo numero di personaggi gettati nella mischia solo per fare numero (almeno in questo secondo capitolo…) e, meramente per gusto personale, troppa azione e poca sostanza.

ultron3

Figli di Trojan!

Bisogna ammetterlo: migliorare il primo Avengers era sicuramente un’impresa titanica e perdere l’effetto novità della squadra di supereroi di certo non ne ha facilitato il compito: non basta purtroppo un’accurata introspezione su due “personaggi minori” (leggi Occhi di Falco e Vedova Nera) e la solita serie di battute irresistibili in stile Marvel per raggiungere l’agognata meta.

Il doppiaggio farsesco e lo sterile 3D poi appesantiscono un film che rimane un buon cinecomic che però rimane schiacciato dal peso delle sue stesse aspettative.

o-AVENGERS-AGE-OF-ULTRON-TRAILER-570

Meglio se torno a ‘ffà motion capture, va!

E allora non fatico ad ammettere di aver provato per un secondo una sciocca sensazione di paura: e se il maestoso castello di carte della continuity Marvel crollasse improvvisamente? Se i nuovi film di questo magnifico progetto deludessero ancora le attese? Cosa succederebbe?

E così che, un po’ per proteggermi un po’ per allarmarmi, mi torna alla mente il primo pensiero:

Se Scarlet avesse avuto i poteri del fumetto, questo film non avrebbe avuto senso di esistere…

Francesco Pierucci

2 thoughts on “AVENGERS-AGE OF ULTRON: QUANDO IL VERO NEMICO E’ L’ASPETTATIVA

  1. Andrea ha detto:

    Intanto complimenti per il blog che seguo sempre e che trovo molto ben fatto! Venendo alla recensione abbastanza critica che avete fatto, mi viene da obbiettare sul fatto che questo film non sia affatto migliore del primo, anzi!..personalmente senza nulla voler togliere al primo, devo dire che intanto sono contento che abbiano ridotto le battute simpatiche che fanno tanto film Disney, cosa che invece nel primo abbondavano ( questa purtroppo è una caratteristica che i film Marvel hanno, grazie a Topolino & C. esempio più lampante Iron Man 3 la sagra della mimmata dysneiana!) poi abbiamo un Hulk che finalmente fa Hulk e sopratutto spacca! Abbiamo la HulkBuster che chiunque abbia letto i fumetti di Iron Man non vedeva l’ora di vedere in azione! Abbiamo una Visione resa ottimamente, anzi per me una delle sorprese più piacevoli del film! Unica cosa su cui sono d’accordo della vostra recensione è il personaggio di Ultron, parte molto bene ma poi alla fine un po delude in quanto nei fumetti è un cattivo con gli attributi e i contro attributi, nel film viene data troppo importanza alla teatralità del personaggio è poca alla sua infinita cattiveria e arroganza! Ma è l’unico difetto che vedo nella pellicola, o dio anche Thor potevano un attimino caratterizzarlo un po di più, ma è anche vero che è un film sui Vendicatori che sappiamo essere un super gruppo con tanti personaggi, difficile condensare tutto in due ore e mezza di film!

    Mi piace

    • Ciao Andrea, sono stato più duro del previsto perché il film mi ha deluso personalmente tanto. Ciò non toglie che, come ho scritto nella rece, rimane un buon cinecomics che fa il suo dovere. è sicuramente molto difficile gestire tutti quei personaggi e mi sa che più si va avanti più se ne aggiungeranno.. Nei fumetti il crossover funziona anche con tutti quei personaggi perché il lettore ne conosce il background nel corso del tempo mentre nel cinema questo è molto più complesso!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...