MARZO-MAGGIO 2016: LE NOVITA’ CINEMATOGRAFICHE DA TENERE D’OCCHIO

Ogni anno il periodo immediatamente successivo agli Oscar si rivela piuttosto avaro in termini di qualità dei prodotti cinematografici. Nelle stagioni più recenti tale vuoto è stato colmato dai cinecomics grazie ai quali un minimo interesse è tornato a circolare attorno al cinema in questo periodo notoriamente privo di attrattiva. E, come vedremo, anche quest’anno i film sui supereroi non mancheranno.

Oltre a ciò, segnaliamo un’occasione in più per andare al cinema: dall’11 al 14 aprile si terranno i CinemaDays, un’iniziativa che permetterà di acquistare il biglietto a soli 3 Euro nelle moltissime sale aderenti e in tutti gli spettacoli delle quattro giornate.

Di seguito vi segnaliamo gli appuntamenti più interessanti dei prossimi due mesi.

  Continua a leggere

TOP 5- I CINQUE FILM PREFERITI DI STANLEY KUBRICK

Kubrick e il cinema: una meravigliosa storia d’amore. Scopriamo insieme quali sono secondo lui i film più belli di tutti i tempi. Per onor di cronaca va detto che la seguente è una lista che un Kubrick ancora 35enne ha consegnato alla rivista Cinema nel 1963.
Continua a leggere

COLD IN JULY – NOIR DALLE TINTE IRONICHE

film_rec-1.jpg

“Wow, meno male che non era in modalità Ok Corral” dice sorridendo il detective privato Jim Bob Luke (Don Johnson) a Ben Russell (Sam Shepard) immediatamente dopo la rissa con un gigantesco burbero che portava, inutilizzandola, una pistola; una semplice battuta a metà film che cela in sé una citazione storica e conseguentemente una cinematografica che suggeriscono una chiave di lettura del quarto film dell’americano Mickle Cold in July: la sparatoria del 26 Ottobre 1881 a Tombstone, in piena epoca Far West, tra i fratelli Earp (con Doc Holliday) e i Clanton, fatto che ha ispirato numerosissime pellicole western, da My Darling Clemenine di John Ford a Tombstone di G.P Cosmatos; molto probabile che qui il paragone vada fatto con Sfida all’O.K Corraldi John Sturges con Burt Lancaster e Kirk Douglas, ricordato per l’efferatezza e violenza della sparatoria finale, che molto ricorda l’epilogo dell’ultimo lavoro del regista di Pottstown.

Continua a leggere

AVE CESARE: UNA COMMEDIA “SUI GENERIS”

 

54358_ppl

 

Vorrei iniziare questa recensione con una riflessione blasfema: dopo l’inarrivabile Stanley Kubrick,  gli unici registi che riescono ad affrontare (e destrutturare a piacimento) i diversi generi cinematografici con profonda conoscenza della materia e conservando il loro inconfondibile stile poetico sono proprio i Coen.

Continua a leggere

FILM DA RISCOPRIRE – BLACK MOON DI LOUIS MALLE

p11014.jpg

Lily ( Catheryn Harrison), giovane ragazza bionda, sfreccia su una spider in fuga da una strana guerra tra sessi opposti, dove non si fanno prigionieri e si tende ad annientare il nemico. Trova rifugio in una fattoria in cui abitano una vecchia costretta a letto (Therese Giehse) che parla con un ratto e con chissà chi alla radio, un fratello e una sorella muti (Joe Dallesandro, Alexandra Stewart), un gruppo di bimbi nudi che porta al guinzaglio una scrofa e un liocorno parlante.

Continua a leggere

Video

UN REGISTA, TRE FILM: PAOLO SORRENTINO

Reduce dalla produzione della serie TV “The Young Pope” con Jude Law, Paolo Sorrentino, premio Oscar per La grande bellezza, è uno dei registi contemporanei più apprezzati sia in Italia che, soprattutto, all’estero. Amato o disprezzato, al regista napoletano non si può negare il merito di essere in parte riuscito a conciliare il cinema d’autore con i gusti del grande pubblico. Questi i tre film preferiti dal Disoccupato Illustre.

Continua a leggere