COLD IN JULY – NOIR DALLE TINTE IRONICHE

film_rec-1.jpg

“Wow, meno male che non era in modalità Ok Corral” dice sorridendo il detective privato Jim Bob Luke (Don Johnson) a Ben Russell (Sam Shepard) immediatamente dopo la rissa con un gigantesco burbero che portava, inutilizzandola, una pistola; una semplice battuta a metà film che cela in sé una citazione storica e conseguentemente una cinematografica che suggeriscono una chiave di lettura del quarto film dell’americano Mickle Cold in July: la sparatoria del 26 Ottobre 1881 a Tombstone, in piena epoca Far West, tra i fratelli Earp (con Doc Holliday) e i Clanton, fatto che ha ispirato numerosissime pellicole western, da My Darling Clemenine di John Ford a Tombstone di G.P Cosmatos; molto probabile che qui il paragone vada fatto con Sfida all’O.K Corraldi John Sturges con Burt Lancaster e Kirk Douglas, ricordato per l’efferatezza e violenza della sparatoria finale, che molto ricorda l’epilogo dell’ultimo lavoro del regista di Pottstown.

Continua a leggere