WELCOME TO THE SPACE JAM!

Tra le varie chicche presenti su Netflix non si può non citare una pietra miliare del cinema in tecnica mista (animazione+live action), un film che ha segnato una generazione e che ha fatto amare Michael Jordan anche a chi di basket ci capisce quanto Lapo Elkann.

lapo_elkannnba

“Tira lui!”

Signore e signori, ecco a voi Space Jam!

space_jam-e1407841014110

Basterebbe oggettivamente la scena iniziale a rendere immortale la pellicola: il piccolo Michael che sulle note di I Believe I can Fly non sbaglia un canestro sotto gli occhi emozionati del padre. Ed è subito un colpo al cuore.

tumblr_m9htnujcwm1qjcpmx

“Niente male. Fanne un altro”

Ma Space Jam è un sacco di più: è in parte la storia di MJ (il primo “ritiro” e la carriera nel mondo del baseball), è la scoperta del lunatico mondo dei Looney Tunes ed è soprattutto una delle partite di basket più tamarre e ignoranti mai viste.

hqdefault

“Fresco al limone!”

Per affrontare i Monstar ci vuole un quintetto base da leggenda (da leggere con la mano sul cuore come con l’inno):

  • Il fenomenale del contenente australe: il Diavolo della Tazmania
  • La rubacuori della lunetta: Lola Bunny
  • Lo starnazzatore dal tiro implacabile: Duffy Duck
  • L’estro fatto pallacanestro: Bugs Bunny
  • Sua Altezza aerea: Michael Jordan!

space2bjam2b57

Il primo tempo è una tragedia. I Monstar fanno valere il fisico e schiacciano letteralmente gli avversari (l’utilità dell’arbitro?). Solo Jordan ci tiene vivi.

original-17091-1365180955-3

All’intervallo la svolta: con la Michael’s Secret Stuff si può tornare a sognare. La squadra rientra in campo e mette in ginocchio gli avversari fino a quando l’effetto della “pozione” non finisce.

lola_bunny

“Non chiamarmi bambola”

E’ allora la panchina a fare la differenza grazie al sacrificio del paffuto Stan Podolak e all’ingresso a sorpresa del mito Bill Murray.

space-jam-michael-jordan-bill-murray

“Mai fidarsi di un terrestre, ragazzi!”

A due secondi dalla fine schiacciata irreale di MJ e Monstar muti.

space-jam-jordan-dunk

Che altro aggiungere?

Beh, tra i doppiatori impossibile non citare il mitico Sandro Ciotti alla telecronaca, Simona Ventura/Lola Bunny e un Bisteccone Galeazzi in forma smagliante come villain.

E che i 5 cestisti del 1996 ai quali viene sottratto il talento sono: Charles Barkley, Shawn Bradley, Patrick Ewing, Larry Johnson e Muggsy Bogues.

Ancora oggi gli 88 minuti del film volano via che è una meraviglia.

In attesa di Space Jam 2 continuiamo a goderci questo capolavoro!

 

Francesco Pierucci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...