AVE CESARE: UNA COMMEDIA “SUI GENERIS”

 

54358_ppl

 

Vorrei iniziare questa recensione con una riflessione blasfema: dopo l’inarrivabile Stanley Kubrick,  gli unici registi che riescono ad affrontare (e destrutturare a piacimento) i diversi generi cinematografici con profonda conoscenza della materia e conservando il loro inconfondibile stile poetico sono proprio i Coen.

Continua a leggere

I MIGLIORI FILM DEL 2014

Ecco a voi i cinque film migliori dell’anno secondo tre D.I.

FRANCESCO 

5

ct-cth-locke-l-fp-r4-050613-un-jpg-20140501

LOCKE

4

c4cbb2c578c15e34f67dc663a64047f9-700x466

DUE GIORNI, UNA NOTTE

3

Nebraska_film

NEBRASKA

2

apdd_1_20131212_1932826511

A PROPOSITO DI DAVIS

1

 mommy

MOMMY

MATTEO

5

boyhood_still

BOYHOOD

4

HER

HER

3

locke

LOCKE

2

The-Broken-Circle-Bild

THE BROKEN CIRCLE BREAKDOWN

1

mom

MOMMY

MICHAEL

5

img3

THE WOLF OF WALL STREET

4

158953256_399466

AMERICAN HUSTLE

3

Gone_Girl

GONE GIRL

2

filmz.ru

DALLAS BUYERS CLUB

1

alabama monroe 4

THE BROKEN CIRCLE BREAKDOWN

INSIDE LLEWYN DAVIS: TOP 3 DELLA SOUNDTRACK

Diciamoci la verità: quando ho visto l’ultima opera dei Coen al cinema, non ne sono rimasto affatto impressionato. Bel film, ok. Fotografia particolare. Personaggi come al solito azzeccatissimi. Come mai allora non sono riuscito ad apprezzarlo? Forse per l’impellente disorientamento emotivo e sensoriale che il film mi ha trasmesso. Tutte le frustrazioni del buon Davis mi appartenevano improvvisamente. E poi? E poi assolutamente niente per qualche giorno, finché il film, o meglio il mood che trasmette e soprattutto le canzoni mi sono entrate dentro e dopo quasi un anno non mi abbandonano ancora. E’ per questo che A proposito di Davis entra di diritto nel mio podio ideale dei migliori film dell’anno. Il soundtrack invece è senza dubbio perfetto. Qui di seguito la classifica dei tre brani che mi hanno emozionato di più:

3

HANG ME, OH HANG ME

La canzone d’apertura del film che ci proietta subito nel mondo disastrato di Llewyn Davis. Una melodia triste che racconta perfettamente la sciagurata storia del cantante folk in declino, del suo girare il mondo rimanendo fermo su se stesso, del suo involontario istinto verso l’autodistruzione (“Impiccatemi”) e dell’evasione da una vita priva di soddisfazioni.

2

PLEASE MR. KENNEDY

Il solo brano allegro di tutto il soundtrack. La canzone è divertente, così come la sua interpretazione da parte del trio magico di attori: oltre al buon Isaac infatti ci sono Timberlake e Driver. In particolare i controcori di quest’ultimo alzano inesorabilmente il valore della scena. Se il testo scherza su di un’improbabile avventura spaziale, il sottotesto vuole testimoniare il dualismo tra pop e folk che vedrà prevalere la prima corrente.

1

THE DEATH OF QUEEN JANE

Nella scena più bella del film, Davis è riuscito finalmente a ottenere un provino con un famoso agente musicale. L’occasione più importante della sua vita si manifesta a pochi metri dal palco, quasi al buio e con la sola chitarra a sostenerlo. Il meraviglioso brano parla della regina Jane che sta morendo per dare alla luce suo figlio. Le complicazioni del parto la spingono a chiedere al marito di tagliarle il fianco per far vivere il futuro re. L’interpretazione di Davis è emozionante e sentita, considerando il fatto che Jean, la madre di suo figlio, ha appena deciso di abortire. L’agente guarda Llewyn intensamente durante l’esecuzione e poi, lapidario, gli comunica che il suo genere non ha futuro. Commovente.

Francesco Pierucci