UN REGISTA TRE FILM – FRANK CAPRA

Tirato in ballo in molti articoli degli ultimi giorni che ricordano la sua gaffe alla notte degli Oscar del 1934, quando, candidato per Signora per un giorno  , salì sul palco al posto del premiato Frank Lloyd (che si portò a casa molte statuette per il suo Cavalcata, QUI la nostra recensione), Frank Capra è sicuramente uno dei registi più importanti del cinema classico hollywoodiano, autore di molte pietre miliari della settima arte. Pioniere del genere screwball comedy che tanto bene fece al cinema di quegli anni e che gettò le basi per le commedie che seguirono, ha realizzato una quantità innumerevole di capolavori; di seguito i tre secondo noi più meritevoli

 

ACCADDE UNA  NOTTE

 Risultati immagini per accadde una notte

Da molti considerato il primo film del genere screwball, è una commedia brillante, incalzante, romantica e commovente, con uno straordinario Clark Gable e una irresistibile Claudette Colbert. Vinse l’Oscar al miglior film. QUI la nostra recensione estesa.

 

ARSENICO E VECCHI MERLETTI

 Risultati immagini per Arsenico e vecchi merletti

Cary Grant scapolo d’oro neosposo, due vecchiette assassine, un fratello serial killer identico a Boris Karloff, un fratello tocco che si crede presidente Teddy Roosevelt. Con delle premesse così non si può non innamorarsi di questo film, sicuramente il più divertente della sterminata filmografia di Capra.

 

È ARRIVATA LA FELICITÀ

Risultati immagini per è arrivata la felicità gary cooper 

Molti avrebbero scelto altri film (La vita è meravigliosa, La donna di platino, Arriva John Doe) ma io non posso fare a meno di inserire questa stupenda commedia che a tratti fa piangere e in molti altri fa sbellicar dalle risate. Gary Cooper al suo apice, regala uno sguardo (quando scopre la vera natura di Jean Artur) da far vedere a chi vuol dare un volto alla delusione.

 

Matteo Chessa

TOP 5: GLI HORROR PIU’ SCHIFOSI (non sempre in senso negativo…)

3014240-poster-p-sharknado-twitter-weather-center

5

SHARKNADO

NO COMMENT  la parola al regista:
“ Allora avevo in mente che l’esercito dovesse combatte degli squali che stanno invadendo l’Europa… ma mi hanno detto (intende la casa produttrice Asylum) “No, vogliamo Sharknado!” Così mi diedero un mezza pagina di appunti che io lessi per poi rispondere: questa è la cosa più ridicola che abbia mai letto … ci sto! “ (per la versione integrale e in inglese http://io9.com/we-asked-the-writer-of-sharknado-some-very-serious-ques-736131336)

4

ZONE OF THE DEAD

La Serbia in lotta contro gli zombie! WOW! No, nulla di più sbagliato. Il film è di una noia mortale, lento e con una trama inconsistente e quel che è peggio di mostri se ne vedono davvero pochi arrivando alla dozzina verso la fine dell’opera.

3

GYO-TOKYO FISH ATTACK

Film d’animazione giapponese, come sempre tratto dal omonimo manga, e che inizialmente ricorda una puntata dei Simpson. Ai pesci crescono le gambe (pure gli squali) e fanno andare in tilt il traffico ferroviario, in Italia  avrebbe da imparare in quanto a scuse. In tanto una ragazza che voleva solo trovare l’amore, scopre che uno scienziato ha costruito una sedia a rotelle che va a scoregge… qual è il collegamento?

2

EATERS-RISE OF THE DEAD

“Quella che sembrava una semplice influenza si rivela essere un problema ben più serio” e in Italia arrivano gli zombie! Questo film italiano del 2010 fornisce una chicca dopo l’altra: “vaganti” con microfono (poverini voglio parlare), Neo Nazzi che usano “gli azzannatori” in nuovo sport, personaggi che sparano freddure a raffica, preti inquietanti e fidanzate tenute in cantina. Un film ben fatto va detto!

1

WOLF CREEK 2

Sicuramente il film più ignorato alla Settantesima mostra del cinema di Venezia (era comunque fuori concorso). Ambientazione australiana, un serial killer Leghista, vittime prese al lazo e canguri che saltellano contro un camion al ritmo di “The Lion Sleep Tonight”!

Pietro Micheli