INTRODUZIONE…AL DIAVOLO

Immagine

“Devil non è una vittima. In lui c’è qualcosa di forte, che una madre sconosciuta e un padre condannato hanno trasmesso al figlio. Qualcosa di temprato dalla tragedia. E dalla coscienza. Affinato dalla disciplina”. Con queste parole Frank Miller introduceva il personaggio nella saga “L’uomo senza paura” scritta da lui e disegnata da John Romita Jr.

Il giovane Matt Murdock, per salvare un cieco dalla traiettoria di un camion, viene colpito da un contenitore contenente materiale radioattivo. Il ragazzo perde la vista, ma in compenso i sensi rimanenti vengono amplificati a livelli sovrumani. A chiusura di tutto Matt scopre di avere un senso “radar” che gli permette di elaborare qualunque cosa attorno a se. Queste sono le origini del personaggio (per tutti gli ignoranti là fuori, nel senso che ignorano).

Creato da Stan Lee e Bill Everett nei favolosi, almeno per loro, anni ’60 il personaggio all’inizio era in pratica una copia del più famoso Spider-Man, roba per arrotondare a fine mese insomma. C’è chi fa il cameriere e chi inventa personaggi, ma il cielo e sempre più blu.

Tornando seri per un attimo, possiamo da subito notare una cosa parecchio affascinante in Devil: è cieco. Sembrerà una stupidaggine ma mai si era pensato prima di allora di creare un supereroe con un deficit, una limitazione, un motivo per essere al di sotto degli altri. Il personaggio nel corso del tempo e passato sotto le mani dei più importanti autori del campo del fumetto. Non ve li sto qui a citare perché c’è veramente da fare le orine piccole della notte. Il sopracitato Frank “Sonodidestraemenefotto” Miller ha dato al mondo, cioè a noi nerd, una delle storie più belle di tutti i tempi : La saga di Elektra. E, visto che aveva il sabato libero, con David Mazzucchelli ha fatto doppietta, con l’indiscutibile capolavoro “Devil: Rinascita”.

aaaa 2

Proprio in Rinascita il personaggio raggiunge l’apice della maturità, che continuerà sino ai cicli di storie di Bendis e Brubaker. Che, visto che non erano riusciti a rubare il natale, si sono sfogati allegramente sul povero Diavolo. Però c’è da dire che tra: arresti, morti, corruzione, donne, madri contro i figli contro i padri, ninja e quant’altro, i due sono riusciti a dare una poliedricità al personaggio davvero inaspettata e al passo con i tempi.

Dopo tutto questo nel 2011 le redini della testata vengono prese da un signore chiamato Mark Waid (bah sapete Kingdom Come l’ha scritto lui, perché mai dovreste conoscerlo?). Supportato da talentuosi artisti, primo fra tutti Chris Samnee (sempre sia lodato), Waid ridona alle storie una leggerezza che si era perduta da parecchio e allo stesso tempo una sofisticatezza che ha concesso al fumetto la nomea di “Miglior serie dell’Universo”.

Ultima informazione (di poco conto eh) segnatevi il 4 Aprile sul calendario perché il servizio di streaming Netlix rilascerà in un sol colpo tutti gli episodi della prima stagione del telefilm dedicato al personaggio. Cosa che ha creato abbastanza hype da mettere in ginocchio intere nazioni.

Karim Allam

FLOP 10- I DIECI PEGGIORI CINECOMIC

10

VH-funny-thor-2

THOR

Iniziamo subito con i testicoli flosci grazie a un supereroe dal sangue blu. Il film su Thor è bruttino, senza spunti interessanti e annoia quanto la messa in scena dell’intero corpus shakesperiano. Forse è il caso che Branagh torni a fare il teatro, orsu! (esortazione alla Totò)

9

BanaHulk

HULK

Vi sembra la faccia di uno degli uomini più intelligenti sulla terra? La risposta rappresenta uno dei motivi per cui il cinecomic di Ang Lee fa schifo. Altre motivazioni sono date dagli effetti speciali barbini, dalle pessime recitazioni e dalla faccia di Eric Bana. Già detto? Pazienza…

8

daredevil-elektra-poster

DAREDEVIL e ELEKTRA

Doppia delusione (non che da Elektra mi aspettassi molto) come quando giochi la tua squadra vincente sulla bolletta e poi perde. Da segnalare un grande Michael Clark Duncan (R.I.P.) nel ruolo di Kingpin.

7

emo-peter-spider-man-3

SPIDERMAN 3

Continuando questa lombrosiana analisi qualitativa, devo ammettere che l’emo Peter Parker è una delle cose che mi ha fatto più ridere (e allo stesso tempo inquietare) in tutta la mia vita. Ho adorato i primi due film di Raimi, in cui il sequel è forse addirittura superiore al primo, ma questo terzo capitolo è francamente inguardabile. Un ammasso di nemici buttati lì per far numero e una storyline senza molto senso fanno di questo film il più brutto tra i tre.

6

233893

I FANTASTICI(?) 4

Ohmioddioammazzatemi…queste le mie uniche parole dopo la visione di questo scempio. Unica parola per definirlo correttamente : irritante e stupido (lo so che sono due ma un’unica parola non basta!). E’ solo per la presenza della Jessicona nazionale che non si trova in una posizione più alta della classifica.

5

Ghost_Rider_-_Movie

GHOST RIDER

Può Nicolas Cage rovinare uno dei personaggi più fighi della Marvel? Ovviamente sì! (occhio alla foto…). Ghost Rider è uno dei cinecomic più brutti che abbia mai visto (e mi dicono che il secondo è molto peggio) ed è talmente osceno che mi fa pena e non riesco a insultarlo come merita. Più ignorante di un cross di Pereira!

4

Andrew-Garfield-in-The-Amazing-Spider-Man-library-stan-lee-cameo

THE AMAZING (ahahah…no) SPIDERMAN

Ne ho parlato talmente tanto che mi sono rotto le scatole. Il film è osceno ed è nettamente inferiore a quello di Raimi (nonostante ci fosse Tobey McGuire…). La scena delle gru è patetica e la battuta “Il tuo BOYFRIEND ha mille maschere!” mi ha fatto accapponare la pelle come quella dell’Imperatore Palpatine dopo essere stato scaraventato nello spazio profondo.

3

Catwoman2

CATWOMAN

Può un gatto recitare meglio di un’attrice superpagata? Lascio a voi la risposta e aggiungo solo che questo “film” fa talmente cagare che Sharon Stone sembra Marlene Dietrich a confronto. Per Halle Berry vale lo stesso discorso della Alba.

2

Green-Lantern-Movie-Costume

LANTERNA VERDE

Grrrrr….che rabbia! Cazzo come si fa a combinare uno che ha dei superpoteri straordinari e la faccia da schiaffi di Ryan Raynolds? A ciò aggiungete il lavoro di uno sceneggiatore che ha sniffato la forfora di un coniglio morto, e il gioco è fatto!

1

Man-of-Steel-Ad

MAN OF STEEL

Se qualcuno avesse letto il mio articolo a riguardo, non si sorprenderebbe di trovare Man of Steel al primo posto in classifica. Certo, probabilmente è meno brutto di Ghost Rider o Lanterna Verde, ma la delusione è sicuramente maggiore. Vi rimando comunque alla recensione per un inutile approfondimento. Per guardare questo conato di celluloide comunque sono necessarie due Balls of Steel!

Francesco Pierucci