I MIGLIORI PAPI DELLA STORIA

È notizia di qualche mese fa che il papa odierno abbia un debole per il cinema italiano, eleggendo a suoi film preferiti tre capolavori della settima arte nostrana come Roma città aperta di Rossellini, I bambini ci guardano di Vittorio De Sica e La Strada di Federico Fellini. Questo ha portato i fedeli (soprattutto quelli che di mestiere fanno i giornalisti e scrivono per riviste rosa) ad interrogarsi sulle altre passione cinematografiche del pontefice, sperando magari di condividerne qualcuna. Tra un Pranzo di Babette o classici del cinema argentino come Claro de luna, papa Francesco ha offerto, divertito, considerazioni sui film che più l’hanno segnato. Ed ora che Daniele Luchetti ha dichiarato che realizzerà un film su Bergoglio, viene spontaneo chiedersi: ma quali sono i tre migliori papi della storia (del cinema)????

 

3

download

LA PAPESSA

Tratta dal romanzo omonimo di Donna Woolfolk Cross, ispirato a sua volta dalla leggenda medievale (anche se molti storici ne sostengono la fondatezza) di Giovanni VIII, papa successore di Leone IV che per tutti gli anni del suo pontificato riuscì a nascondere ai fedeli di essere una donna finché, caduta(o) da cavallo mentre era incinta, partorì. Scoperta, fu lapidata a morte dagli stessi fedeli che la osannavano. Diretto da Sönke Wortmann, romanzato per farne una storia romantica senza seguire la leggenda, offe comunque delle ricostruzioni fedeli delle difficoltà delle donne del tempo e del macabro modo di esercitare la fede. Eccessivamente lungo per non risultare noioso.

 

2

nonabbiatepaura

NON ABBIATE PAURA – LA VITA DI GIOVANNI PAOLO II

Film inglese del 2005 che deve molto del suo successo al grande evento mediatico che fu la morte di Wojtyla il 2 Aprile di quell’anno, racconta uno spezzone della vita del papa dall’inizio del suo pontificato fino alla dipartita. Ben recitato da Thomas Kretschmann, oscuro vampiro in molti lavori della sua carriera, qui di bianco vestito. Sicuramente il papa più amato della storia. Si poteva fare di più, ma è comunque superiore alle altre trasposizioni cinematografiche della figura di Giovanni Paolo II, una delle quali con Jon Voight protagonista.

 

1

habemuspapam

HABEMUS PAPAM

Non c’erano molti dubbi. Nessun film analizza la fede, il ruolo pesante del pontefice e la scissione tra uomo e divinità come l’ultimo film di Nanni Moretti, che quando si cimenta direttamente con la chiesa realizza le sue opere migliori (La messa è finita). Simpatico, commovente, pessimistico e speranzoso, ma soprattutto premonitore. Ha il vantaggio di poter contare sulla straordinaria interpretazione di Michel Piccoli (già impegnato in un film che tratta indirettamente il ruolo del papa, L’udienza di Marco Ferreri). Il film più ambizioso di Moretti, anche il migliore. il torneo di pallavolo tra cardinali è un tocco di genio.

 

Matteo Chessa