TOP 5- I MIGLIORI SEQUEL DELLA STORIA DEL CINEMA

In un panorama cinematografico sempre meno avvezzo all’originalità, assistiamo impotenti alla proliferazione di sequel, prequel, reboot e remake. Oggi iniziamo questo lungo viaggio con quelli che per noi sono i migliori sequel mai realizzati. E’ importante sottolineare che, nello stilare la classifica, oltre che considerare il valore intrinseco del film, abbiamo tenuto in conto soprattutto il miglioramento qualitativo che lo differenzia dalla pellicola capostipite.

5

ws_Batman_Returns_1280x960

BATMAN RETURNS

Dopo l’eccellente Joker di Nicholson, Burton rilancia con il Pinguino di Danny DeVito e la Catwoman di Michelle Pfeiffer (l’unica vera Catwoman). Il sequel dimostra di essere più quadrato e probabilmente ancora più dark del primo lungometraggio. Un successo clamoroso (a esclusione del giudizio di Bob Kane).

4

download

BEFORE MIDNIGHT

Che dire della Trilogia di Linklater? Storia semplice, dialoghi straordinari, attori incredibili. Raramente ci siamo così affezionati a dei personaggi di finzione. Before Midnight completa il meraviglioso percorso sentimentale di Jesse e Celine e lo fa nel migliore dei modi.

3

padrino-2

IL PADRINO: PARTE II

Forse qualitativamente il miglior sequel di sempre. Nella nostra classifica è al terzo posto solo perché il primo Padrino è altrettanto meritevole. Ne avevamo già abbondantemente parlato qui.

2

cavaliere-oscuro-2

IL CAVALIERE OSCURO

Un altro lungometraggio su cui ci soffermiamo spesso. Sicuramente uno dei migliori di Nolan. The Dark Knight prende quello che di buono si era visto in Batman Begins (l’atmosfera dark, il conflitto interiore) e migliora tutte le lacune del primo film (un villain valido, un plot più accattivante).

1

darth-vader-in-una-celebre-scena-de-l-impero-colpisce-ancora-205536jpg940x0q85

L’IMPERO COLPISCE ANCORA

Che dire? Il SEQUEL per eccellenza! Dopo il 1980, niente sarà più come prima. Più epico di Guerre Stellari, decisamente migliore de Il ritorno dello Jedi. Nell’immaginario collettivo, L’impero colpisce ancora rappresenta un punto di svolta non solo per il genere sci-fi ma per l’universo cinematografico in toto. E poi c’è la battuta più importante della storia del cinema…

ALTRI FILM MERITEVOLI: Ritorno al futuro 2, Terminator 2, Aliens, Spider-man 2

Nei prossimi giorni, proveremo qualcosa d’impossibile: stilare una Top 5 dei migliori prequel.

Francesco Pierucci

OSCAR 2015: BIRDMAN (O L’IMPREVEDIBILE VIRTU’ DELL’IGNORANZA)

birdman-poster-4

“Chi ha dato la green card a questo figlio di puttana?”. Con questa improbabile formula introduttiva Sean Penn ha svelato al mondo quello che in molti si aspettavano: al suo quinto film, il terzo in lingua inglese, Alejandro Gonzalez Iñárritu riesce a centrare l’en plein vincendo gli ambiti Oscar per il Miglior Film, per la Miglior Regia e per la Migliore Sceneggiatura Originale lasciando a bocca asciutta il povero Linklater, sbattutosi con Boyhood in una fatica lunga 11 anni.

In concorso alla 71esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, Birdman è un film che Hollywood sentiva il bisogno di fare. Per due motivi. Negli ultimi anni sono stati tanti (forse troppi) i film sui supereroi. L’imbarazzo negli ambienti cinefili della Città degli Angeliper avere fatto tanti soldi in questo modo è tanto lampante quanto fastidioso. Ed è un po’ la stessa vergogna che Riggan Thomson (Michael Keaton) prova per la fama guadagnatosi con la figura del supereroe piumato Birdman, che tanto gli ha dato ma dal quale vuole disperatamente allontanarsi mettendo in scena a Broadway uno spettacolo teatrale tratto dall’opera “Di cosa parliamo quando parliamo d’amore” di Raymond Carver. Ma perché la scelta di rilanciarsi proprio con un’opera teatrale? Qui arriviamo al secondo motivo. Questo è un film che vuole, una volta per tutte, ammettere quel senso di inferiorità che da sempre è insito nel cinema nei confronti del teatro. Come dice Naomi Watts/Lesley: “Quando reciti a Broadway vuol dire che sei arrivato, come attore, sei un vero attore”.

Il protagonista è interpretato da Michael Keaton, un attore veramente in declino da anni (alla prima parte importante dai tempi dei due Batman di Tim Burton) e questo contribuisce a dare maggiore credibilità al personaggio di Thomson. La pellicola lo vede al centro di ognuna delle varie storie che si amalgamano alla perfezione. È un viaggio nella mente dell’attore, nelle sue paure, nei suoi deliri e nelle sue ossessioni. E la sceneggiatura co-scritta dallo stesso Iñárritu non perde l’occasione di giocare su questi vari piani tenendo in parallelo due sentieri narrativi, quello reale e quello immaginato da Thompson fino alla fusione finale.

La regia di Iñárritu è notevole soprattutto nel dare l’impressione che l’intero film sia stato girato in un unico piano sequenza. Il film dura 2 ore e sarebbe stato quasi impossibile riprenderlo tutto in un colpo solo: i piani sequenza sono quindi uniti e l’effetto finale è molto realistico, a tratti sbalorditivo. Gli attori hanno dovuto comunque fare i conti con scene che duravano più di 10 minuti e in alcune di esse la cinepresa passa da una stanza all’altra e dall’interno verso gli esterni. Iñárritu ha detto che con tale tecnica cinematografica ha voluto dare al pubblico l’impressione di una “realtà da cui non si può sfuggire, perché viviamo le nostre vite senza la possibilità di fare un montaggio”. Una scelta del genere non sarebbe stata plausibile senza la grande prova di un cast stellare. Non delude nessuno: da Edward Norton a Zack Galifianakis, passando per la sorprendente Emma Stone. Ma il rimpianto rimane per Michael Keaton, che a 63 anni ha dato vita all’interpretazione di gran lunga migliore della sua carriera e che avrebbe meritato l’Oscar per il Miglior Attore Protagonista. L’Academy gli ha preferito Eddie Redmayne, che a 33 anni chissà quante altre occasioni avrebbe avuto per vincerlo. Peccato per Mike che aveva il discorso già pronto.

Michael Cirigliano

OSCAR 2015: I PRONOSTICI DEI DISOCCUPATI ILLUSTRI

I pronostici della serata degli Oscar; I vincitori e gli interpreti migliori secondo gli Illustri.

MERITANO                                                                       VINCERANNO

MATTEO

Boyhood-Gallery-2

MIGLIOR FILM

BOYHOOD                                                                           BIRDMAN

MIGLIOR REGIA

LINKLATER                                                                        LINKLATER

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

KEATON                                                                          REDMAYNE

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA

     COTILLARD                                                                              MOORE

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

   SIMMONS                                                                                SIMMONS

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

   ARQUETTE                                                                             ARQUETTE

MIGLIOR FILM STRANIERO

LEVIATHAN                                                                                          IDA

FRANCESCO

??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

MIGLIOR FILM

GRAND BUDAPEST HOTEL                                                      BOYHOOD

MIGLIOR REGIA

ANDERSON                                                                                 INARRITU

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

REDMAYNE                                                                              REDMAYNE

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

PIKE                                                                                           MOORE

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

SIMMONS                                                                                     SIMMONS

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

ARQUETTE                                                                                   ARQUETTE

MIGLIOR FILM STRANIERO

IDA                                                                                                IDA

MICHAEL

Brody-Whiplash-1200

MIGLIOR FILM

WHIPLASH                                                                                 BOYHOOD

MIGLIOR REGIA

ANDERSON                                                                             LINKLATER

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

KEATON                                                                                 REDMAYNE

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

MOORE                                                                                      MOORE

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

SIMMONS                                                                                   SIMMONS

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

STONE                                                                                   ARQUETTE

MIGLIOR FILM STRANIERO

IDA                                                                                               IDA

PIETRO

Birdmankeaton

MIGLIOR FILM

BIRDMAN                                                                            BIRDMAN

MIGLIOR REGIA

ANDERSON                                                                        LINKLATER

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

KEATON                                                                                  KEATON

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

PIKE                                                                                         MOORE

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

SIMMONS                                                                                    SIMMONS

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

ARQUETTE                                                                               ARQUETTE

MIGLIOR FILM STRANIERO

IDA                                                                                                       IDA