CINQUE SPIDERMAN CHE VOGLIAMO VEDERE AL CINEMA

Fresca di giorni la notizia che la Disney ha ottenuto il via libera per utilizzare il personaggio Spider-Man nei suoi film; La Sony è tuttavia ancora la proprietaria dei diritti cinematografici e farà in futuro i suoi film su Spidey che però ora saranno inseriti nel mondo di Avengers, una roba tipo Hulk che prima era della Universal, solo che questa volta dubito che il personaggio tornerà velocemente a casa.

Immediato il successivo annuncio che l’Uomo Ragno parteciperà al terzo film di Capitan America: Civil War… e giù con la fantasia di tutti i fan, eccovi allora 5 cose di Spiderman e del suo mondo che mi piacerebbe vedere al cinema, a partire proprio dal suo esordio nel Marvel Cinematic Univers:

5

bugle

DAILY BUGLE

Una cosa carina che dovrebbe iniziare ad apparire nei film di Iron Man e Co. e nei futuri film sull’Uomo Ragno è il famoso giornale newyorkese che appare nei fumetti Marvel ogni volta che qualcuno cerca notizie… c’é anche la versione online e un blog, sono al passo coi tempi in fondo…

4

agentofshield

AGENT OF SHIELD

in una recente versione animata di Spiderman, lo S.H.I.E.L.D. arruola il super eroe per addestrarlo e renderlo più efficiente sul campo di battaglia contro i criminali, situazione davvero carina che andrebbe sfruttata anche al di fuori della tv. Certamente il classico teen movie stile Percy Jackson è già servito ma con una buona dose di tocco Marvel lo strafalcione si può evitare.

3

download

IRON SPIDEY

Iron Man una volta ha realizzato un’ armatura per il suo collega super eroe.

Un costume davvero figo che al cinema farebbe un figurone, Giuda chi dice il contrario.

 2

broscience

BRO- SCIENCE

Una caratteristica fondamentale di Peter Parker dei fumetti, che negli ultimi film Sony è stata sfruttata davvero bene (malgrado i brutti risultati), è l’amore per la scienza.

Anni fa, Spider-Man ha creato una bellissima collaborazione intellettiva con Tony Stark che ha portato a importanti invenzioni, prima tra tutte la ragno-armatura sopra citata.

Situazione analoga la si vede nei film degli Avengers tra Iron Man e Bruce Banner, forse aggiungere un elemento al equazione porterebbe a qualcosa di esplosivo. Io ci spero!

 1

unmasked

UNMASKED

Civil War = Uomo Ragno senza maschera in diretta TV

La cosa che noi e tutti ci aspettiamo di vedere nel prossimo film con Capitan America è proprio la conferenza stampa in cui Spidey rivela al pubblico la sua identità civile. Un momento topico nella storia del fumetto che difficilmente si realizzerà al cinema, per ovvie ragioni, ma che meriterebbe sicuramente spazio nei prossimi progetti sul personaggio.

Pietro Micheli

AMAZING SPIDER-MAN: AFFARI DI FAMIGLIA

foto1

Questo è il secondo libro della collana Marvel Original Graphic Novels, una linea in cui ci viene presentata una storia auto-conclusiva per ogni volume. Questo fa si che le vicende del ragnetto risultino slegate dalla continuity ufficiale.

Mentre in America dilaga il fenomeno della maxi-saga scritta da Dan Slott “Spider-verse”, in Italia è già da qualche mese disponibile “Affari di Famiglia”.

Scritta a quattro mani da Waid & Robinson, e disegnata da altrettante mani quali quelle di Dell’Otto e Dell’Edera, “Affari di Famiglia” mette Peter Parker in situazioni alla James Bond o, come lui stesso commenta nel corso dell’avventura, alla Jason Bourne con: misteri misteriosi, location esotiche, casinò e jet privati… Ogni pagina è uno spettacolo per gli occhi, anche se troverete un Dell’Otto più ehm “luminoso” del solito. La storia diverte ma una volta arrivata a termine vi lascerà un po’ di amaro in bocca poiché il concept iniziale è ottimo, ma solo nel caso questo fosse allacciato a tutto l’intero mondo di Spider-man. In pratica adesso è più che altro una storiella che sentiamo al Bar, che non resiste al dopo-sbornia… Il suo voler essere una goccia nel mare non la rende memorabile quanto dovrebbe. Kingpin, il suo piano, un dormiente, e perfino il cazzutissimo costume nero saranno parti per una storia del tutto action in cui le situazioni e sopratutto gli ambienti classici di Spider-Man verranno messi da parte.

foto2

Credo che solo i fan di vecchia data* si accorgeranno che presenta molte similitudini con Amazing Spider-Man Annual #5, dove Peter gira mezzo mondo per scoprire la verità sui suoi genitori: Richard e Mary Parker. In pratica è una sorta di sequel “spirituale” A conti fatti la trama regge, però le 112 pagine scorrono troppo in fretta. Avrei preferito qualcosa di più profondo ma poi sarebbe sicuramente finita peggio. Unico vero elemento negativo è il fatto di rifilarla a 16€ col volume cartonato perché fa figo, una mossa un po’ da pezzenti a dirla tutta.

*Fan di vecchia data: quelli che nel ’60 invece di rimorchiare qualche bella hippy che la dava via come fosse ossigeno leggevano sta roba, è inutile che ridi vale anche per te…

Karim Allam