PILLOLE DI FUMETTI: LE NOVITA’ DEL PROSSIMO SETTEMBRE

Estate rovente e Settembre al sangue per i nerd; ecco qualche breve spunto per stuzzicarvi l’appetito!

 

THE PUNISHER VS DAREDEVIL 

Foto dare 

Notizia fresca, nella seconda stagione di Daredevil by NETFLIX comparirà un importante personaggio dei comics: Punitore o Punisher!

AKA Frank Castle, l’anti-eroe della Marvel si appresta a mettere il becco nella lotta tra Charlie Cox (Devil) e Vincent D’Onofrio (Fisk).

A sorpresa il ruolo è stato dato al grande John Bernthal, vi ricorderete di lui per The Walking Dead.

Aspettiamo il 2016 però.

 GUAI IN PARADISO

 Simpsons 2

 All’alba della 27a stagione di The Simpsons, la FOX annuncia che il 27 Settembre Homer e Marge divorzieranno ufficialmente!

Pare che il divorzio legale avvenga per strane ragioni di salute di Homer (non vi spoilero troppo) e subito ci sarà un coinvolgimento amoroso con un personaggio doppiato da Lena Dunham di Girls.

La produzione ha poi comunicato che mai nel episodio sarà pronunciata la parola divorzio.

Che sia il “salto dello squalo” per i gialli? Temo! Ma penso anche che dopo 27 anni un po’ di cose debbano pur cambiare… per tornare quelle di prima dopo 3 puntate.

 

ANT-MAN & THE AVENGERS

 Rilasciato pochi giorni fa un nuovo trailer del film Ant-Man della Marvel (Luglio)

https://www.youtube.com/watch?v=gIi4we5EIak

Gli studios ci ricordano che il film è ambientato nello stesso mondo di Avengers e S.H.I.E.L.D. e neppure a farlo apposta (ahahaha) settimane prima venivano pubblicate le foto che mostriamo dove ci sono quasi tutti gli attori coinvolti nel prossimo Captain America: Civil War, tra cui compare anche Paul Rudd l’inteprete di Ant-Man.

In molti chiamano già il nuovo film di Cap Avengers 2.5, visto che ci sarà tutta la nuova squadra vista alla fine di Ultron, il nostro Ant-Man e un altro insetto… l’Uomo Ragno!

Avengers 1Avengers 2

PIU’ CHE DISTINTA CONCORRENZA

 Dopo i successi della Trilogia di Batman e di Man Of Steel la WARNER si getta all’inseguimento dei Vendicatori proponendo una sua versione di Cinecomics.

L’atteso scontro tra Superman e Ben Afleck è alle porte: è del mese scorso lo spettacolare trailer che chiude con “Tell me, do u bleed…? You Will” e già l’attesa è molta.

Poi arriva in rete questa foto e WOW!

Foto batman

Stiamo parlando del set per Suicide Squad, un team di super criminali DC Comics assoldato per missioni scomode, tra cui appariranno il Joker e la sua fidanzata.

Questa immagine ci rivela quindi che il guardiano di Gotham non sarà molto contento della iniziativa… non ve l’ho ancora detto? Anche i film della DC saranno tutti collegati tra loro per sfociare nella formazione della Justice League (mi aspetterei Samuel L. Jackson in costume da Superman che entra nella villa Wayne, seda Alfred e parla a Batman).

Pietro Micheli

I PEGGIORI SUPER EROI DEI FUMETTI

Mantelli, costumi colorati, maschere improponibili, i super eroi americani ci hanno abituati a tutto… ma a volte certi fumetti riescono ancora a colpirti per stupidità e cattivo gusto.

Matter-Eater Lad

mattereater

Tritarifiuti umano, milita nella Lega dei Super Eroi. Ha il potere di riuscire a mangiare qualsiasi cosa: cibo avariato, copertoni, metallo, armi di distruzione cosmica (DC).

 Groot e Rocket

rocket-raccoon-and-groot

Li conoscete bene questi due, il procione e l’albero parlante che combattono tra i Guardiani della Galassia. Strani forte davvero (Marvel).

The Amazing Bag-man

bag-man

L’Uomo Ragno scopre che il suo costume nero è in realtà un alieno durante una visita ai laboratori dei Fantastici Quattro, così dopo aver momentaneamente neutralizzato Venom, Johnny Storm organizza un brutto scherzo a Peter rimasto senza divisa, ed ecco il risultato (Marvel).

Squirrel Girl

squirrel_girl

Che dire della ragazza scoiattolo… una folta coda, parla con gli scoiattoli che la aiutano lanciando ghiande contro i cattivi, ha degli artigli sulle mani e ha fatto da baby sitter per la figlia di Luke Cage (Marvel).

Robin

robin

Andiamo ragazzi, un bambino che di notte salta per i vicoli malfamati in mutande e scarponcini… inquietante! Lasciate perdere che è stato addestrato da Batman (DC).

Brother Power

brotherpower

Questo bizzarro personaggio è l’unico criminale di questa lista (che potrebbe essere più lunga).

Anche noto come The Geek in origine era una bambola, che colpita da scariche elettriche ha preso vita, come un mostro di Frankenstein. Si è scontrato occasionalmente con Batman, e le risate sono garantite (DC).

Big Bertha

bigbertha

Mutante obesa che ha il potere di modificare il suo peso, e più grossa diventa più potente sarà; la cosa pazzesca di Bertha è che può espellere il grasso che accumula durante la battaglia con una grossa bolla che cresce e poi si stacca dal suo flaccido corpicino. Fa parte di un gruppo di sfigati che si fa chiamare ‘Vendicatori dei Grandi Laghi’ (Marvel).

Arm Fall Off Body

images

Questo curioso membro della Legione dei Super Eroi, ha la facoltà (non sto scherzando) di staccare i suoi arti e di usarli come arma (DC).

Super Dupont

superdupont

Se l’America ha Superman, beh la Francia ha Super Dupont… (Pilote-rivista).

Pietro Micheli

CINQUE SPIDERMAN CHE VOGLIAMO VEDERE AL CINEMA

Fresca di giorni la notizia che la Disney ha ottenuto il via libera per utilizzare il personaggio Spider-Man nei suoi film; La Sony è tuttavia ancora la proprietaria dei diritti cinematografici e farà in futuro i suoi film su Spidey che però ora saranno inseriti nel mondo di Avengers, una roba tipo Hulk che prima era della Universal, solo che questa volta dubito che il personaggio tornerà velocemente a casa.

Immediato il successivo annuncio che l’Uomo Ragno parteciperà al terzo film di Capitan America: Civil War… e giù con la fantasia di tutti i fan, eccovi allora 5 cose di Spiderman e del suo mondo che mi piacerebbe vedere al cinema, a partire proprio dal suo esordio nel Marvel Cinematic Univers:

5

bugle

DAILY BUGLE

Una cosa carina che dovrebbe iniziare ad apparire nei film di Iron Man e Co. e nei futuri film sull’Uomo Ragno è il famoso giornale newyorkese che appare nei fumetti Marvel ogni volta che qualcuno cerca notizie… c’é anche la versione online e un blog, sono al passo coi tempi in fondo…

4

agentofshield

AGENT OF SHIELD

in una recente versione animata di Spiderman, lo S.H.I.E.L.D. arruola il super eroe per addestrarlo e renderlo più efficiente sul campo di battaglia contro i criminali, situazione davvero carina che andrebbe sfruttata anche al di fuori della tv. Certamente il classico teen movie stile Percy Jackson è già servito ma con una buona dose di tocco Marvel lo strafalcione si può evitare.

3

download

IRON SPIDEY

Iron Man una volta ha realizzato un’ armatura per il suo collega super eroe.

Un costume davvero figo che al cinema farebbe un figurone, Giuda chi dice il contrario.

 2

broscience

BRO- SCIENCE

Una caratteristica fondamentale di Peter Parker dei fumetti, che negli ultimi film Sony è stata sfruttata davvero bene (malgrado i brutti risultati), è l’amore per la scienza.

Anni fa, Spider-Man ha creato una bellissima collaborazione intellettiva con Tony Stark che ha portato a importanti invenzioni, prima tra tutte la ragno-armatura sopra citata.

Situazione analoga la si vede nei film degli Avengers tra Iron Man e Bruce Banner, forse aggiungere un elemento al equazione porterebbe a qualcosa di esplosivo. Io ci spero!

 1

unmasked

UNMASKED

Civil War = Uomo Ragno senza maschera in diretta TV

La cosa che noi e tutti ci aspettiamo di vedere nel prossimo film con Capitan America è proprio la conferenza stampa in cui Spidey rivela al pubblico la sua identità civile. Un momento topico nella storia del fumetto che difficilmente si realizzerà al cinema, per ovvie ragioni, ma che meriterebbe sicuramente spazio nei prossimi progetti sul personaggio.

Pietro Micheli

AMAZING SPIDER-MAN: AFFARI DI FAMIGLIA

foto1

Questo è il secondo libro della collana Marvel Original Graphic Novels, una linea in cui ci viene presentata una storia auto-conclusiva per ogni volume. Questo fa si che le vicende del ragnetto risultino slegate dalla continuity ufficiale.

Mentre in America dilaga il fenomeno della maxi-saga scritta da Dan Slott “Spider-verse”, in Italia è già da qualche mese disponibile “Affari di Famiglia”.

Scritta a quattro mani da Waid & Robinson, e disegnata da altrettante mani quali quelle di Dell’Otto e Dell’Edera, “Affari di Famiglia” mette Peter Parker in situazioni alla James Bond o, come lui stesso commenta nel corso dell’avventura, alla Jason Bourne con: misteri misteriosi, location esotiche, casinò e jet privati… Ogni pagina è uno spettacolo per gli occhi, anche se troverete un Dell’Otto più ehm “luminoso” del solito. La storia diverte ma una volta arrivata a termine vi lascerà un po’ di amaro in bocca poiché il concept iniziale è ottimo, ma solo nel caso questo fosse allacciato a tutto l’intero mondo di Spider-man. In pratica adesso è più che altro una storiella che sentiamo al Bar, che non resiste al dopo-sbornia… Il suo voler essere una goccia nel mare non la rende memorabile quanto dovrebbe. Kingpin, il suo piano, un dormiente, e perfino il cazzutissimo costume nero saranno parti per una storia del tutto action in cui le situazioni e sopratutto gli ambienti classici di Spider-Man verranno messi da parte.

foto2

Credo che solo i fan di vecchia data* si accorgeranno che presenta molte similitudini con Amazing Spider-Man Annual #5, dove Peter gira mezzo mondo per scoprire la verità sui suoi genitori: Richard e Mary Parker. In pratica è una sorta di sequel “spirituale” A conti fatti la trama regge, però le 112 pagine scorrono troppo in fretta. Avrei preferito qualcosa di più profondo ma poi sarebbe sicuramente finita peggio. Unico vero elemento negativo è il fatto di rifilarla a 16€ col volume cartonato perché fa figo, una mossa un po’ da pezzenti a dirla tutta.

*Fan di vecchia data: quelli che nel ’60 invece di rimorchiare qualche bella hippy che la dava via come fosse ossigeno leggevano sta roba, è inutile che ridi vale anche per te…

Karim Allam

MAI PIÙ, ISPETTORE BLOCH: LA TRAIETTORIA DI UNA PIETRA PESANTE

mai-piu-bloch-dylan-dog-638x425

Conviene iniziare dalla virgola che separa il titolo, cesura fondamentale per trasformare un senso di minaccia (la scomparsa definitiva di uno dei personaggi principali del fumetto) in una notizia (il raggiungimento della tanta agognata pensione) e in metafora di soglia tra vecchie abitudini (mai più casi, anti- emetici, ramanzine del superiore, stupidate di Jenkins) e nuove possibilità di passare il tempo. All’ispettore Bloch viene data la notizia inattesa ma sperata del raggiungimento della pensione. Intanto Dylan Dog deve indagare sull’ondata di non- morti (a differenza degli zombi questi non sono trapassati e ritornati, non sono proprio mai andati via) di Londra, in particolar modo della bella Nora (chiaramente ispirata a Evan Rachel Wood), uccisa in camera sua ma, nonostante uno squarcio alla gola, ancora viva e vegeta. Le due vicende sono strettamente connesse. La virgola acquista un nuovo significato: rimprovero, per alcune scelte fatte dall’ispettore nel passato.

Ispettore-Bloch

Come può un numero attesissimo, che ha tutti i presupposti del caso per eccellere, essere una delusione? Quali sono gli errori? In primis l’idea e ideazione del papà di Dylan Dog Tiziano Sclavi (sempre sia lodato) che tarpa le ali alla sceneggiatrice Paola Barbato con una storia che sfrutta il pensionamento atteso per mettere al centro della storia il personaggio di Morte e la sua assenza, evitando banalizzazioni sul tema già trattato in molte opere (fumettistiche, letterarie e cinematografiche) ma perdendo tutta la poesia che è capace di creare la sceneggiatrice de Il numero 200 (ad oggi, personalmente, il punto più alto della serie, QUI gli albi migliori per Il Disoccupato Illustre). Si trattano altre tematiche, dal suicidio al business della morte alla depressione, ma non basta. Cosi come non è sufficiente il personaggio irresistibile del Dylan pasticcione, fastidioso nella sua purezza morale, poco farfallone, né i disegni di Bruno Brindisi (con la strepitosa sequenza dell’infarto di Jenkins su tutte) o la copertina di Angelo Stano che rimanda a Amazing Spiderman 50 e a Peter Parker che lasciava temporaneamente i panni dell’uomo-ragno. Questo albo di Dylan Dog, pubblicizzato come opera di una nuova nascita dell’indagatore dell’incubo, che strizza l’occhio ad altre storie della serie come Tre per zero (altri livelli) segue la stessa traiettoria di una pietra scagliata in modo fiacco: parte bene ma cade presto rovinosamente a causa della sua pesantezza e della poca forza del lanciatore. L’orrido finale con cliffangher ne è una ottima sintesi. Unico sospiro di sollievo: la liberazione del personaggio di Bloch da quelle catene a cui era costretto da tempo; ora, con la pensione, è una mina vagante, e forse ne vedremo delle belle. Come scrive Recchioni in quarta pagina, bisogna correre dei rischi per rendere il fumetto vivo e vitale. Solo i prossimi numeri ci diranno se questi saranno ricompensati, a volte bastano le virgole per rovinare tutto.

Matteo Chessa

TOP 10: LE MIGLIORI SAGHE DELLA MARVEL

10

1069963_1341688479852_full

AVENGERS VS X-MEN (Avengers vs X-men 1-12)

Le premesse non sono delle miglior: 12 capitoli con solo scazzotate tra eroi puro stile videogioco… oggetto della contesa la famosa Forza Fenice. Ma ogni colpo di scena non è mai scontato, emergono dinamiche tra i personaggi molto promettenti ed è in questa avventura comune di mutanti e Vendicatori che confluiscono e si chiudono 7 anni di sottotrame che hanno percorso un po tutti i mensili Marvel Comics.

9

Uncanny_X-Force_Vol_1_35_Simone_Bianchi_Variant

X-FORCE (Uncanny X-Force 1-35)

Una squadra di assassini guidata da Wolverine prova a “prevenire” pericoli per la razza mutante, ma nel farlo crea altre complicazioni con cui ogni membro del gruppo dovrà fare i conti; gli autori imbastiscono una saga lunga 35 capitoli per farci vedere come anche le scelte giuste possano tornare a tormentarci, o come l’essere umano si disposto a tutto pur di proteggere i propri cari.

8

Marvel_Super_Heroes_Secret_Wars_Vol_1_9

GUERRE SEGRETE (Secret Wars 1-12)

Ecco come un inserto a fumetti per i giocattoli Hasbro si trasforma in un punto di svolta per l’intero parco testate Marvel: il costume nero dell’ Uomo Ragno? Nasce in questa storia! Finite le “Guerre Segrete” i Fantastici Quattro si ritrovarono in 3; scopriamo che Iron Man è di colore (Tony Stark era stato sostituito, che credevate?); Magneto diventa buono e gli X-Men prendono un drago come animale domestico!

7

foto 7

VECCHIO LOGAN (Wolverine 66-72)

Con il classico escamotage del “futuro possibile” Wolverine invecchia con una famiglia lontano dai casini del mondo. Arriva Occhio di Falco che gli incasina e piani e parte un avventura a cavallo tra Mad Max e Kerouac e nel finale Kill Bill. Disegni magistrali.

6

foto 6

GIORNI DI UN FUTURO PASSATO (Uncanny X-men 141-142)

La storia più famosa, più citata e più bella degli anni d’oro degli X-Men che trae ispirazione dal 21°secolo raccontato in Terminator. Le Macchine governano la Terra e gli esseri umani, mutanti in primis, sono rinchiusi, torturati e sterminati. Grande attesa per il film 2014 della Fox che riporta al cinema gli X-men basandosi su questa mini saga.

5

foto 5

X-MEN di Morrison (New X-men 114-154)

Questo scrittore inglese porta Ciclope, Jean Grey e Wolverine negli anni 2000 e per prima cosa togli le calze maglie dal guardaroba degli X-men e li fa vestire con pantaloni in pelle e giacche da motociclista. Cosa non da meno, la casa del Professor X diventa un liceo pieno di mutanti adolescenti, compiti in classe sui viaggi nel tempo e autogestioni che rischiano di distruggere il mondo!

4

foto 4

L’ULTIMA CACCIA DI KRAVEN (Web of Spiderman 31-32/Amazing Spiderman 293-294/Spectacular Spiderman 131-132)

Per chi già conosce questa struggente avventura dell’ Uomo Ragno penso sappia che è un capolavoro, chi non l’ha ancora letta…FATELO!

3

foto 3

I NUOVI VENDICATORI (Ultimates 1-12)

I Vendicatori di una terra parallela sono usati dagli Stati Uniti per esportare la democrazia in Medio Oriente, i loro poteri derivano da esperimenti genetici e non dalle radiazioni tanto in voga negli anni ’60, sono molto più violenti e dicono tante parolacce. Un esperimento molto ben riuscito per svecchiare i classici super eroi.

2

foto 2

X-MEN di Claremont

Perché gli X-Men ora sono famosi? Lo dobbiamo al caro Claremont, che dal 1975 ha rivoluzionato completamente il concetto di serie a fumetti, raccontando, su Uncanny X-Men, delle trame che si sviluppavano non in pochi numeri, ma in diversi anni, costruendo una dinamica familiare tra i personaggi di grande complessità e mai sperimentata prima. Lui ha inventato Tempesta e ha fatto diventare “buono” Wolverine.

1

civil

LA GUERRA CIVILE MARVEL (Civil War 1-7)

La miglior produzione fumettistica da parecchi anni a questa parte. Nel 2006 a Capitan America e ad Iron Man (compresi gli altri Avengers) è stato chiesto di fornire alla pubblica amministrazione l’identità civile e registrare i super poteri, abilità ritenute pericolose dall’opinione pubblica e quindi da sottoporre a controllo. C’era stato chi era a favore (Tony) e chi invece no (Cap) e le conseguenze furono disastrose. L’attualità la fa sempre da padrona nei comics e creare una storia sui super-eroi partendo da leggi sulla privacy, sicurezza nazionale post 11 settembre e l’annoso tema sulla vendita delle armi è quanto meno portentoso.

Pietro Micheli