UN REGISTA TRE FILM – FRANK CAPRA

Tirato in ballo in molti articoli degli ultimi giorni che ricordano la sua gaffe alla notte degli Oscar del 1934, quando, candidato per Signora per un giorno  , salì sul palco al posto del premiato Frank Lloyd (che si portò a casa molte statuette per il suo Cavalcata, QUI la nostra recensione), Frank Capra è sicuramente uno dei registi più importanti del cinema classico hollywoodiano, autore di molte pietre miliari della settima arte. Pioniere del genere screwball comedy che tanto bene fece al cinema di quegli anni e che gettò le basi per le commedie che seguirono, ha realizzato una quantità innumerevole di capolavori; di seguito i tre secondo noi più meritevoli

 

ACCADDE UNA  NOTTE

 Risultati immagini per accadde una notte

Da molti considerato il primo film del genere screwball, è una commedia brillante, incalzante, romantica e commovente, con uno straordinario Clark Gable e una irresistibile Claudette Colbert. Vinse l’Oscar al miglior film. QUI la nostra recensione estesa.

 

ARSENICO E VECCHI MERLETTI

 Risultati immagini per Arsenico e vecchi merletti

Cary Grant scapolo d’oro neosposo, due vecchiette assassine, un fratello serial killer identico a Boris Karloff, un fratello tocco che si crede presidente Teddy Roosevelt. Con delle premesse così non si può non innamorarsi di questo film, sicuramente il più divertente della sterminata filmografia di Capra.

 

È ARRIVATA LA FELICITÀ

Risultati immagini per è arrivata la felicità gary cooper 

Molti avrebbero scelto altri film (La vita è meravigliosa, La donna di platino, Arriva John Doe) ma io non posso fare a meno di inserire questa stupenda commedia che a tratti fa piangere e in molti altri fa sbellicar dalle risate. Gary Cooper al suo apice, regala uno sguardo (quando scopre la vera natura di Jean Artur) da far vedere a chi vuol dare un volto alla delusione.

 

Matteo Chessa

ALCUNE COSE CHE NON SAPETE SUI SIMPSON

simpson

SI, BUON NATALE!

Il primo episodio della serie a cartoni più longeva della TV americana è iniziata come uno Special Natalizio. Perché direte voi… doveva essere un episodio unico, e per fortuna che così non è stato. Era il 17 Dicembre del 1989, qualche mese più tardi sarebbe stato candidato a 2  Emmy Awards.

the-simpsons-season-16-episode-19-thank-god-its-doomsday-150x150

PERCHE’ SONO GIALLI?

La scelta del colore giallo è stata una scelta stranamente ben ponderata… dovevano essere riconoscibili! Lo spettatore doveva (come poi è successo) collegare il giallo alla famiglia Simpson. Tutti i personaggi poi sono delle ‘caricature’ di esseri umani, con la bocca strana e le 4 dita, non a caso l’unico ‘completo’ ad avere 5 dita è Dio.

Smithers

MR. SMITHERS

Il lecchino di Burns alla centrale nucleare è apparso per un episodio come afro-americano… ma nella successiva comparsa gli hanno cambiato colore della pelle per paura che avere un nero come schiavetto di un capitalista bianco potesse creare problemi al programma!

foto 4

PUZZLES

In alcuni episodi della serie, Homer e Bart guardano scene dei film d’azione di McBain (misto tra Schwarzenegger e Stallone) ma non tutti sanno che gli spezzoni visti in sequenza compongono un unico mini film, nascosto dagli autori attraverso le puntate.

foto 5

ALTRE CHICCHE

-Gli alieni Kodos e Kang hanno nomi che omaggiano la serie Star Trek

-La serie ‘The Simpsons’ detiene attualmente il record del maggior numero di guest star (e io che pensavo fosse Friends…)

-Molti personaggi hanno i nomi di strade di Portland, cittadina del Oregon

-Sono frequenti negli episodi parodie di ‘Quarto Potere’ e leggenda vuole che si potrebbe ricostruire l’intero film sfruttando clip del cartone

 

Pietro Micheli